Barbro Westerholm

Membro del Parlamento svedese e medico

 

Che cosa fa la società svedese per impedire che i gruppi manipolatori danneggino le persone?

 

Sono stata parlamentare fra  il 1988 e  il 1999 e poi dal 2006. Rappresento il partito liberale.  

 

Perché è una domanda importante?

Sono medico ed ho avuto in retaggio questo problema perché mi sono resa conto che chi lascia un’organizzazione settaria non ha aiuto medico o psicologico  (sintomi: ansia, senso di colpa, pensieri suicidi, reazioni psicotiche).

Questi gruppi causano anche problemi commerciali ed  in particolare sono una minaccia  per la democrazia.   

 

Fra  il 1986 e il 1990 sono state presentate molte proposte dai diversi parlamentari svedesi:    informazioni sui corsi personali di sviluppo della  personalità

offerti commercialmente da determinate organizzazioni;

         misure contro le offerte di corsi che modificano la personalità e danneggiano le persone

         riabilitazione di persone cadute vittima di organizzazioni che modificano la personalità

         aiuto psicologico per chi lascia le “sette”

         integrazioni del codice penale in merito a influenza psichica impropria

 

Tutto questo ha portato ad una decisione del Parlamento nella primavera del 1995 che ha dimostrato il bisogno di una inchiesta parlamentare con il compito di elaborare proposte legislative, azioni di supporto, ricerca e diffusione di conoscenze per le persone dimenticate e nascoste che sono state private del più importante dei diritti umani: “il diritto alla propria libera volontà”. L’inchiesta dovrebbe anche elaborare proposte al fine d’impedire che la gente caduta in tale organizzazione si trovi, una volta uscitane, in stati di crisi acuta.

 

I risultati di questa inchiesta sono stati pubblicati nel 1998 [1].

 

Il rapporto si intitolava “In Buona Fede” e aveva come punto di partenza: le dichiarazioni delle Nazioni Unite sui Diritti Umani: libertà di opinione ed espressione, libertà di praticare la propria religione,  libertà di cambiare religione o credenza.

 

La ricerca aveva additato in particolare "le organizzazioni ‘New Age’”anche se, alla base,   vi era una decisione parlamentare più vasta.

 

Proposte dell’inchiesta sul sostegno della società a persone che, a causa di motivi speciali, si trovano in stato di crisi:

 

         Creazione di un Centro conoscitivo sul concetto di vita e questioni di fede.

         Il Centro dovrebbe avere la responsabilità di educare gruppi di professionisti sulle organizzazioni manipolatrici.

         Integrazioni al codice penale in merito a influenza psichica impropria sulle persone. 

L’inchiesta ha anche raccomandato la creazione di unità educative e psicologiche soprattutto per  consigliare i pazienti ma che si occuperebbero anche di  altri gruppi sociali con problemi.

 

Attenzione speciale è stata data ai bambini con enfasi particolare alla situazione dei bambini nei movimenti New Age, tenendo conto della mancanza totale di informazioni sul loro  stato  in questi movimenti.  E’ evidente la volontà di migliorare il livello degli studi del personale che lavora con i bambini. 

 

         Consulenza e istruzioni al personale operante con i bambini nelle scuole materne, nelle scuole elementari, nell’assistenza sociale e sanitaria. Tale personale dovrebbe avere informazioni sui movimenti New Age.

         Curricolo degli studenti di corsi per insegnanti e per operatori sociali dovrebbe comprendere questioni relative alle cosiddette comunità religiose e in seguito un aggiornamento sulle riunioni culturali organizzate dai comuni. 

         Formazione post-laurea che dovrebbe comprendere le stesse cose

 

In Svezia esistono due tipi di scuola: le scuole indipendenti et le scuole dello Stato.

 

Le scuole indipendenti  possono  essere controllate dalle varie chiese  o  da altre organizzazioni,  nella misura in cui ottengono l'approvazione di un ente governativo .    Ci sono punti  deboli nella legislazione sulle scuole private.  Le autorità dovrebbero avere la responsabilità di controllare: 

 

         È responsabilità dell’assistenza sociale acquisire conoscenze sulle organizzazioni che preconizzano le punizioni corporali o altre attività contrarie alle leggi e ai regolamenti che governano il benessere sociale.

         Le regole per la supervisione delle scuole indipendenti dovrebbero essere riviste.

         Dovrebbe essere rivista anche l’assistenza sanitaria ai bambini delle scuole indipendenti in modo che raggiunga quella delle scuole pubbliche.

         Le municipalità dovrebbero avere conoscenze sufficienti sulle regole della cosiddetta educazione a casa. Gli allievi dovrebbero avere una persona di contatto.

 

Nel Rapporto ”In Buona Fede” non vi è nessuna proposta su trattamento e riabilitazione di chi abbandona gruppi manipolatori.

 

Che cosa è successo dopo il 1998

L’indagine è stata indirizzata a un certo numero di autorità e organizzazioni:

         Decisioni prese : Rifiuto della proposta di integrazioni al codice penale - potrebbero entrare in conflitto con i diritti umani fondamentali.

         Educazione - può essere attuata nell’ambito del sistema presente

         Le proposte sulle scuole indipendenti sono state indirizzate al Ministero dell’Educazione.

 

Ora, 10 anni dopo, le cose cominciano a cambiare.

 

Che cosa è successo dopo il 1998 : con sei dibattiti al Parlamento proposte su:

 

                     Protezione dell’infanzia

                     15

                     Sostegno psicologico agli adulti                 

                       5

                     Azioni contro truffe e ciarlatanerie    

                       4

                     Integrazioni al codice penale

                       4

                     Centro conoscitivo

                       3

                     Sostegno finanziario/tassazione 

                       3

La situazione oggi al Parlamento svedese

         Le proposte sulla situazione dell’infanzia e sulle cirlatanerie avanzate nell’autunno del 2007 non sono ancora state dibattute.

         Siamo in attesa di proposte del Governo sulle scuole indipendenti.

 

Altre Attività
Save the Children

         Nel 2006 si è deciso che l’organizzazione dovrebbe operare per aumentare la conoscenza sulla situazione dei bambini nelle sette e nelle scuole religiose indipendenti.

         2007 pubblicazione di un libro.

         Il sito web comprende informazioni sui bambini nelle sette.

 

Altre attività, esempi

         Società Svedese di Medicina - Simposio 2005

         Partito Liberale – seminario 2007

         Decisione del Partito Liberale su programmi psicologici 2007, comprendente la creazione di un centro specializzato nell’aiuto alle vittime che hanno abbandonato organizzazioni manipolatrici.

 

Temi di studenti

         Libri, es.:

         Giocare con il fuoco – nel mondo delle sette  (Karl-Erik Nylund)

         Bambini nelle sette (Charlotte Essén) prossima pubblicazione in maggio

         Media – articoli e programmi

 

Le ONG, una risorsa importante

         BRIS[2] – I diritti dei bambini nella società

         FRI – L’associazione Salvate l’Individuo

         Hjälpkällan – Il pozzo dell’aiuto (ex-Testimoni de Geova)

         ROS – Consulenza sulle sette

         Save the Children

 

Gli omicidi di Knutby - 2004

         Congregazione nell’ambito del movimento di Filadelfia

         Un pastore persuase una giovane ad assassinare la sua seconda moglie. Una terza persona ebbe un ruolo in quello che accadde. La moglie del vicino chiamata la ”sposa di Cristo” è stata implicata e condannata.

         La prima moglie del pastore era morta in circostanze sospette.

 

Ritenevamo che gli omicidi di Knutby avrebbero allarmato e allertato i politici ed altri decision makers . Ma……..

 

Conclusioni

Nel complesso la società svedese chiude gli occhi davanti al fatto che ci sono persone bisognose di aiuto nel momento in cui lasciano organizzazioni manipolatrici. Ma i bambini sono diventati una priorità. Esistono forze che non mollano e, sono sicura, alla fine riusciranno a raggiungere i loro obiettivi.

 



[1]In buona fede, il rapporto  del governo  svedese su NRMs.   (la Svezia: Relatore. Reparto Sociale, Sou 1998:13.   I Dio Tro: Il och di Samhället nyandligheten, p. 70 (nello svedese). Stockholm:Fritzes. 

Rapporto preparato da Margó Ingvardsson, da Sonja Wallbom e dalla presa del Lars, (dio Tro di I: Departementet utredningar e sociale di offentliga di Samhället Och Nyandligheten, de Stoccolma, di Statens, 1998.)

[2] BRIS (Barnens Rätt I Samhället) ha una linea telefonica di aiuto ai bambini. E’ un’organizzatzione fondata nel 1980. E’ una ONG senza scopo lucrativo politicamente indipendente e non religiosa che lavora per i diritti dei bambini e per aiutare I bambini in difficoltà.